mercoledì 8 maggio 2013

Ciao Daniele...

Oggi volevo tornare a casa da lavoro e scrivere un bel post divertente, simpatico e ironico… Ma non voglio farlo! Per chi non lo sapesse io abito nella provincia di Genova, a Rapallo, città e cittadina colpite oggi da un gravissimo lutto.



Non sono una persona che fa della morale, del buonismo facilmente... Non sono una di quelle persone che mette il fiocco nero su fb appena muore qualcuno... Però quando un lutto ti tocca da vicino tutto è diverso.
Se ne sono andate tante persone questa notte nel tragico incidente della nave cargo che ha preso in pieno la torretta di guardia del porto di Genova... Ma io ne voglio ricordare una.

Ogni volta che muore qualcuno si dice sempre "era tanto un bravo ragazzo"... Beh, questa volta è così vero!!!

Daniele Fratantonio è una di quelle persone che puoi definire solo con una parola... BELLA!
Ti ricorderò con quel sorriso grande che avevi ogni volta che ci incontravamo sotto casa o per la strada...
Ciao Daniele!!

5 commenti:

  1. mi hai fatto venire le lacrime agli occhi!!!!
    Mi dispiace davvero tantissimo, quella dell'altra notte è stata una vera tragedia e aver perso qualcuno che vedevi tutti i giorni sarà stato ancora peggio.
    ti sono vicina virtualmente
    a presto
    claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un lutto per tutta una città, un dolore per chi conosceva le vittime!
      grazie di cuore, lo apprezzo

      Vera

      Elimina
  2. bellissimo post...anche io sono di Genova e questo incidente di mi ha sconvolto molto..non voglio essere cattiva o altro ma se penso che questa cosa succedesse di giorno a quest'ora anche il mio fidanzato non ci sarebbe più...ma non voglio parlare di questo... spero che in cielo stiano meglio che qui..un saluto a tutti e un abbraccio a tutte le famiglie...

    RispondiElimina
  3. mi dispiace tantissimo per quello che è accaduto al porto :( una vera disgrazia! ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
  4. Ciao sono nuova follower...e sono di Genova.
    non ci sono parole per descrivere il dolore provato da tutti noi, pur non conoscendo le vittime le lacrime sono salite spontanee perchè non si può morire sul lavoro, così, ed anche perchè sappiamo tutti l'importanza che ha il porto per questa nostra città.

    RispondiElimina

E tu che ne pensi?? dai che sono curiosa come un'ostrichetta